Gennaio infreddolito
lo sfiori, ti gela il dito

Febbraio troppo sbadato
tre giorni chissà dove ha lasciato

Marzo pioggia, vento e sole
volano petali, gemme e parole

Aprile basta dormire
lascia i libri e scendi in cortile

Maggio magliette leggere
come sono lunghe le sere!

Giugno un amico da salutare
un treno che parte per il mare

Luglio in piscina sotto l'ombrellone
un cono gelato al gusto di limone

Agosto conta le stelle, il naso all'insù
fortuna a chi ne ha viste di più

Settembre andiamo, è tempo di tornare
dal lago, dai monti, dal mare

Ottobre sembrava ieri l'estate
cari amici, cosa mi raccontate?

Novembre sul davanzale solo i passeri lievi
la sera cade presto, i giorni sono brevi

Dicembre ormai quest'anno è vecchio
tanti saluti e buonanotte al secchio

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato