Fuori è inverno. I versi
che scrivo oggi sono diversi,
tremano come passeri
intirizziti e dispersi
sul prato innevato
del foglio immacolato.
Le vocali ghiacciate
giacciono a terra smorte,
senza eco nel vuoto ghiacciato.
Le consonanti resto mute,
irte, tristi e contorte.

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato