Albert Einstein era un tipo strano:
a chi gli chiedeva del futuro umano
rispondeva giulivo
"E' tutto relativo!"
E se ne andava con un calzino in mano.

Giulio Cesare a Bruto stava indigesto
perché mangiava l'abbacchio con il pesto.
"Alle Idi di marzo
gli faccio un bello scherzo!"
Intanto affilava il pugnale di nascosto.

Cristoforo Colombo navigatore genovese
per arrivare alle Indie ci mise qualche mese.
Una volta sbarcato
restò lì spaesato:
"Boh! lo pensavo diverso questo Paese!"

Giacomo Leopardi in quel di Recanati
aveva diversi amori, però mai dichiarati.
Sospiravano le graziose
sorbendosi gazzose:
"Si sa, i poeti son tutti un po' imbranati!"

Marco Polo mercante veneziano, arrivato nel Katai
visitò paesi,visse amori, avventure e numerosi guai.
Tornato a casa sua
finì in gattabuia.
Dettando " Il Milione" sospirava:"Non fossi tornato mai!"

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato