laboratorio scrittura

  • Laboratorio di poesia Rime diverse

    Profe, mi scappa un verso! – Laboratori di scrittura poetica per le classi secondarie -
    classi prime
    Rime diverse – assonanze – consonanze - allitterazioni
    Parte prima - La rima -
    Senza dubbio la rima è il procedimento più usato dai componimenti giocosi: filastrocche, ninne, nanne, conte, limerick, non-sense. E' una tecnica che tu sicuramente già conosci.

    Consiste nella perfetta uguaglianza di suono finale tra due o più parole a partire dalla vocale accentata.
    Vedi la scheda

  • Poesia per Santa Lucia numero 3

    Specchio delle mie brame
    chi è la più bella del reame?
    Spocchia della mia ranocchia
    chi è la più sciocca della parrocchia?
    Spicchio del mio viticchio
    chi è il più ricco del crocicchio?
    Spacco del mio tacco
    chi è il più fiacco dell'almanacco?
    Stucco del mio trabucco
    chi è il più ciuccio del cantuccio?
    La nebbia a gl'irti colli
    piovigginando sale.
    Mi ritrovo, anche se non volli,
    a capofitto in un canale.
    Nel vespero le vespe di Vasto sono vispe:
    si disputano le nespole sopra il trespolo.
    La foca si dà alla fuga se l'Artico si asciuga.
    Fugge altrove la foca se l'acqua è troppo poca.
    Azzurro giada
    sta il lombrico
    sotto il fico.
    Aspetta che cada.

  • Scrivere giallo

    Laboratorio di scrittura : il genere giallo e il poliziesco 

    Scheda del laboratorio

  • Un'estate con i ragazzi delle palafitte

    Alpi Retiche meridionali. Lago di Ledro, 4000 anni fa. Estate

    Il villaggio
    Senza farsi notare, Marek e la sorella Dana osservano gli uomini del popolo delle palafitte seduti in cerchio davanti alla capanna di Pamuk, l'uomo della medicina.
    Il villaggio è composto da una ventina di capanne disposte su un'unica grande piattaforma di legno, poggiata su pali piantati in profondità nell'acqua. Ogni capanna appartiene a una famiglia e quelle dei vari clan famigliari stanno raggruppate più vicine. La capanna di Lock, il papà di Marek e Dana, è la più grande del villaggio. Lui è il guerriero più forte e coraggioso ed è il capo della tribù delle palafitte. Accanto ci sono le abitazioni dei suoi tre fratelli Luar, Sinto e Meda. Nessun clan famigliare è così numeroso e potente. Davanti al villaggio la riva del lago è sgombra. Ai lati cominciano le distese di canne, tife ed erbe palustri che crescono nell'acqua e nascondono le trappole per pesci e gamberetti. Sparsi qua e là sulla spiaggia sono ammucchiati rami e canne secche, pronti per essere incendiati all'avvicinarsi di lupi, orsi e altri animali pericolosi...

    Leggi tutto il racconto, scarica il pdf